Museo

Orario invernale  da  Dicembre: Sabato ore 16-19 – Domenica ore 10-12 e ore 15-18

Il Museo di Santa Verdiana, inaugurato nel 1999, si trova nell’immediata adiacenza del Santuario di Santa Verdiana. Raccoglie molte opere d’arte provenienti dal territorio.

Piano terra, sala 1, trov iamo le seguenti opere:

  • Cimabue e Giotto, Madonna col Bambino, tavola, proveniente dalla Collegiata dei Santi Lorenzo e Leonardo, ultimo decennio del secolo XIII
  • Corso di Buono, Croce, tavola, proveniente dalla Chiesa di San Prospero a Cambiano, fine secolo XIII
  • Maestro senese della prima metà del XIV secolo e Restauratore del secolo XIX, Santa Verdiana, tavola, proveniente dal Santuario di Santa Verdiana, prima metà del secolo XIV
  • Taddeo Gaddi, Madonna col Bambino tra i santi Giovanni evangelista, Giovanni Battista, Zanobi e Jacopo, tavola, proveniente dalla Chiesa di Sant’Jacopo a Voltigiano, quarto decennio del secolo XIV
  • Maestro delle effigi domenicane, Madonna col Bambino, tavola, proveniente dalla Chiesa di San Frediano a Nebbiano, 1336 – 1340 ca.
  • Jacopo del Casentino, Santa Caterina; Sant’Jacopo; San Giovanni evangelista, tavole, provenienti dalla Chiesa di San Prospero a Cambiano, metà circa del secolo XIV

Una sezione importante è dedicata ai codici miniati, esposti in due ampie vetrine: variamente datati dalla prima metà del secolo XIV al 1712.

 

Piano terra, sala 2, troviamo le seguenti opere:

  • Pittore toscana, Madonna col Bambino tra i santi Antonio abate, Lorenzo?, Pietro, Bartolomeo, tavola, proveniente dalla Chiesa di Sant’Jacopo a Voltigiano, 1430 – 1435 ca.
  • Rossello di Jacopo Franchi, Madonna col Bambino, tavola, proveniente dalla Chiesa di San Vito a Ortimino, fine del quarto decennio del scolo XV
  • Attribuito al Maestro della Madonna del 1399 (Giovanni di Tano Fei?), Madonna del latte, tavola, proveniente dalla Chiesa di Sant’Jacopo a Voltigiano, 1390 ca.
  • Maestro di Sant’Jacopo a Mucciana, Madonna col Bambino, tavola, proveniente dalla Pieve dei Santi Ippolito e Biagio, inizi del secolo XV
  • Bernardo di Stefano Rosselli, Santa Caterina d’Alessandria, tavola, proveniente dalla Chiesa di San Prospero a Cambiano, ante 1499
  • Attribuito al Maestro della Natività Johnson, Madonna in trono tra i santi Giovanni battista e Zanobi, tavola, proveniente dalla Chiesa di San Quirico alle Sodere, 1470 – 1480 ca.
  • Pittore fiorentino, Compianto su Cristo morto, tavola, proveniente dall’Oratorio di Sant’Ilario, primo quarto del secolo XVI
  • Alessio di Benozzo, Visitazione tra i santi Jacopo e Stefano, tavola, proveniente dalla Compagnia della Visitazione della Chiesa di Sant’Jacopo a Voltigiano, inizi del secolo XVI
  • Francesco Granacci, Madonna col Bambino, tavola, proveniente dalla Compagnia di San Sebastiano del Convento di San Francesco, secondo decennio del secolo XVI
  • Pittore toscano, Madonna col Bambino tra i santi Girolamo e Verdiana, tavola, proveniente dall’Oratorio di San Girolamo a Pietrafitta prima, poi dalla chiesa di San Pietro a Pisangoli, primo quarto del XVI secolo
  • Giuliano Castellani detto Il Sollazzino, Santi Macario e Sebastiano, tavola, proveniente dalla Chiesa di Sant’Jacopo a Voltigiano, secondo decennio del secolo XVI
  • Annibale Gatti, San Sebastiano; Annunciazione; San Francesco, tele, provenienti dal Santuario di Santa Verdiana, sesto decennio del secolo XIX
  • Scultore fiorentino, Madonna col Bambino, marmo, proveniente dalla Chiesa di Santa Maria a Petrazzi, 1520 – 1530 ca.
  • Manifattura toscana (da Benedetto da Maiano), Madonna col Bambino, terracotta dipinta, secolo XIX?

Piano terra, sala 3

Esposizione di paramenti sacri e vari oggetti di oreficeria

 

Piano Terra, sala 4

Troviamo opere di oreficeria, opere pittoriche manieriste, nonché di Cosimo Gamberucci, Francesco Boldrini, Agostino Veracini e altri